Pagamento delle pensioni a luglio: data e quattordicesima

286
pagamento delle pensioni a luglio

Si avvicina il momento del pagamento della mensilità di luglio per quanto riguarda le pensioni. È un periodo particolarmente atteso per i pensionati, perché proprio la data dell’1 luglio coincide con la quattordicesima.

Non ci saranno anticipi per i pensionati

Nei mesi precedenti, specialmente per coloro che prendono la pensione presso l’ufficio postale, le pensioni erano state date con qualche giorno di anticipo. Tutto questo era stato disposto a causa dell’emergenza coronavirus. Nei mesi di aprile, maggio e giugno, infatti, i trattamenti previdenziali erano stati anticipati.

Adesso invece, come è stato chiarito, poiché l’emergenza sta rientrando, non ci saranno giorni di anticipo, ma le pensioni saranno disposte con le ordinarie scadenze sia per la Posta che per la banca. L’accredito avverrà il primo giorno bancabile del mese.

Chi riceverà la quattordicesima

Un tema di particolare interesse, come già abbiamo anticipato, è quello della pensione di luglio per la cosiddetta quattordicesima. Si tratta di un importo aggiuntivo, che comunque non viene concesso a tutti in maniera indifferenziata.

Infatti l’importo della quattordicesima può variare in base ad alcuni fattori, come il reddito, i contributi e la categoria di lavoratore. In particolare la quattordicesima viene data quando il pensionato percepisce un reddito non superiore a 1,5 volte il trattamento minimo annuo.

Si tratta di una somma di 437 euro per ex lavoratori dipendenti con anzianità contributiva fino a 15 anni e per ex autonomi con contributi fino a 18 anni. Si passa a 546 euro per ex lavoratori dipendenti con contributi fra i 15 e i 25 anni e per ex autonomi dai 18 ai 28 anni di contributi. Si tratta infine di 655 euro per gli ex lavoratori dipendenti con più di 25 anni di contributi e per ex lavoratori autonomi con più di 28 anni di contributi.