Si fa avanti l’idea dello smart working anche in crociera

157
smart working

MSC Crociere lancia l’idea dello smart working direttamente dalla nave. Un’idea che ricalca ciò che era stato fatto già la scorsa estate per salvaguardare il turismo. Infatti molti hotel si erano attivati per mettere a disposizione delle stanze da prenotare per avere la possibilità di lavorare da remoto, pur godendo durante la giornata di tutti i servizi alberghieri a disposizione.

In che cosa consiste l’idea di abbinare lavoro e turismo

Adesso ci riprova la famosa compagnia crocieristica con l’iniziativa promozionale che si chiama Smartworking@Sea. Si tratta delala possibilità di fare una crociera nel Mediterraneo, durante la quale lavorare ed usufruire dei servizi di bordo.

È una specie di vacanza abbinata al lavoro. I passeggeri che sceglieranno questo particolare tipo di smart working avranno la possibilità di utilizzare internet senza limiti per tutta la durata del viaggio. Avranno anche l’opportunità di partecipare a delle videoconferenze di lavoro. Poi la sera potranno godersi il relax a bordo.

Un’idea che prende ispirazione dai voli aerei

In questo momento di emergenza sanitaria, il turismo sembra essere proprio uno dei settori più colpiti dalla crisi. Lo smart working potrebbe rappresentare davvero un ottimo strumento per lavorare in sicurezza e, se abbinato a delle idee innovative, potrebbe rappresentare un punto a favore delle attività turistiche.

Anche le compagnie aeree qualche tempo fa hanno deciso di inventare i cosiddetti voli senza destinazione per contrastare gli effetti negativi della crisi economica.

Si trattava di offrire voli che sorvolavano le città o tour panoramici, per rimediare alla diminuzione della richiesta di volare.