Si può uscire dal Comune per fare la spesa?

184
si può uscire dal Comune per fare la spesa

Con la predisposizione delle regioni rosse, arancioni e gialle, sono in molti i cittadini a farsi delle domande precise su cosa si può fare e cosa invece non è possibile fare tra le azioni della vita quotidiana. Una delle domande che in tanti si fanno consiste nella possibilità di fare la spesa al di fuori del proprio Comune di residenza. Si può uscire dal Comune per fare la spesa, quindi? Vediamo di analizzare le regole nel caso delle varie regioni.

Le regole nelle zone rosse e arancioni

In generale dobbiamo dire che non è vietato uscire dal proprio Comune in modo assoluto, ma per andare a fare la spesa in un’altra città devono verificarsi alcune situazioni ben precise di necessità, visto che gli spostamenti devono essere motivati ed è consentito spostarsi al di fuori del proprio Comune soltanto per necessità.

Quindi nelle zone rosse e in quelle arancioni è possibile andare fuori dal proprio Comune a fare la spesa soltanto se non è possibile acquistare dei beni che hanno carattere di necessità nel proprio Comune oppure se non sono presenti dei punti vendita nel centro urbano in cui si risiede.

È obbligatorio avere l’apposita autocertificazione, nel quale bisogna indicare gli altri motivi, e naturalmente bisogna spostarsi tenendo conto del tragitto più breve possibile.

Le regole nelle zone gialle

Nelle regioni contraddistinte dal colore giallo non sono previste delle limitazioni per gli spostamenti da un Comune all’altro. Non è necessario predisporre l’autocertificazione per gli spostamenti e di conseguenza è possibile andare fuori dal proprio Comune per fare la spesa. Resta sempre in vigore il divieto di spostamento dalle 22 della sera alle 5 del mattino.