Pay-tv e telefonia: stop bollette a 28 giorni
pay tv telefonia stop bollette 28 giorni

Il governo potrebbe mettere la parola fine alle bollette a 28 giorni, ormai lo standard per i contratti di forniture di servizi pubblici, compagnie telefoniche e pay-tv utilizzano questo “sotterfugio” per riuscire a fatturare 13 scadenze all’anno invece di 12.

Secondo le ultime indiscrezioni lo stop arriverà insieme all’emendamento del decreto fiscale della prossima manovra, a firma del senatore del Pd Stefano Esposito, ma vediamo qualche tratto dell’emendamento che recita precisamente:

I contratti di fornitura nei servizi di pubblica utilità prevedono la cadenza di rinnovo delle offerte e della fatturazione dei servizi, ad esclusione di quelli promozionali a carattere temporaneo o stagionale, su base mensile o suoi multipli”.

Per i trasgressori si ipotizza un indennizzo forfettario di 50 euro a favore del consumatore, la preoccupazione è principalmente quella di fermare tale pratica scorretta, ma soprattutto arrivare prima dei possibili emulatori che potrebbero diffondersi a macchia d’olio.

Alessia Morani, del Pd, depositaria alla Camera conferma: “Mi sembra che le compagnie stiano provando a fare marcia indietro a parole, ma le nostre intenzioni non cambiano di una virgola. Entro l’anno arriverà una legge che tutti i soggetti saranno obbligati a rispettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contenuti interessanti

Google vuole tornare in Cina ma i dipendenti non ci stanno

Da settimane, ormai, oltreoceano non si parla d’altro: secondo la stampa americana,…

Telecom introduce il POS virtuale Incasso Semplice

Possiamo trovarlo sul TIM Digital Store, la Telecom ha infatti avviato la…

Spread, ad essere danneggiate sono soprattutto le aziende

I comuni mortali conoscono lo spread solamente per averlo sentito nominare nei…

Natale: i vini più buoni per le feste

Tempo di regali con l’arrivo delle festività natalizie, cosa acquistare, cosa regalare,…