Tabella Contributo Unificato Aggiornamenti 2018
tabella contributo unificato 2018

Dal mese di gennaio 2018 è a disposizione la Tabella Contributo Unificato aggiornata al 2018. Ma che cos’è e come funziona questa tassa.

Il Contributo Unificato

Si chiama Contributo Unificato di iscrizione al ruolo è la tassa che si deve pagare per l’iscrizione a registro degli atti giudiziari di varia natura. Introdotto il 7 luglio 2011 dalla Legge n. 183/2011, ha preso il posto delle vecchie imposte di bollo utilizzate in precedenza per l’iscrizione a ruolo e per i diritti di cancelleria. In particolare si tratta di una tassa dovuta per tutti i ricorsi presentati dal cittadino davanti alle Commissioni tributarie provinciali e regionali.

Quando si paga?

Sempre e per ogni grado di processo civile, amministrativo e, con l’estensione disposta dal Decreto Legge 98/2011, anche per il processo tributario.

Quando non si paga?

Il Contributo Unificato non si paga solo se chiesto il giudizio di un soggetto imputato, senza richiesta di risarcimento o altro.

Come si paga

L’Agenzia delle Entrate ha previsto diverse modalità di pagamento del Contributo Unificato. Ecco come e dove versare l’importo:

  • bollettino di Conto Corrente Postale presso gli Uffici Postali;
  • Modello F23 presso Banche;
  • Modello di comunicazione di versamento presso Tabaccherie;
  • presso Agenti di riscossione.

Tabella Contributo Unificato

Il pagamento non è unico, ossia varia in base al tipo di procedimento e grado. L’importo esatto della tassa da versare si calcola in base alle tabelle Contributo Unificato appositamente predisposte. Queste tabelle elencano le tariffe per ogni tipo e grado di procedimento.

tabella contributo unificato aggiornamenti 2018

Tabella Contributo Unificato 2018

Contributo Unificato per processi Civili di 1° Grado

  • Valore fino a euro 1.100,00: euro 43;
  • Valore superiore a euro 1.100,00 e fino a euro 5.200,00: euro 98,00;
  • Valore superiore a euro 5.200,00 e fino a euro 26.000,00: euro 237,00;
  • Valore superiore a euro 26.000,00 e fino a euro 52.000,00: euro 518,00;
  • Valore superiore a euro 52.000,00 e fino a euro 260.000,00: euro 759,00;
  • Valore superiore a euro 260.000,00 e fino a euro 520.000,00: euro 1.214,00;
  • Valore superiore a euro 520.000,00: euro 1.686,00.

Contributo Unificato 2017 Processi Civili Impugnazione:

  • Valore della Causa Contributo Valore fino a euro 1.100,00: euro 64,50;
  • da euro 1.100,00 e fino a euro 5.200,00: euro 147,00;
  • da euro 5.200,00 e fino a euro 26.000,00: euro 355,50;
  • da euro 26.000,00 e fino a euro 52.000,00: euro 777,00;
  • da euro 52.000,00 e fino a euro 260.000,00: euro 1.138,50;
  • da euro 260.000,00 e fino a euro 520.000,00: euro 1.821,00;
  • Valore superiore a euro 520.000,00: euro 2.529,00.

Si evidenzia che il contributo è aumentato della metà per i giudizi di impugnazione sia per l’Appello sia il Reclamo, ed è raddoppiato per i processi dinanzi alla Corte di Cassazione.

Processo Civile – Cassazione:

  • Valore della Causa fino a euro 1.100,00: euro 86,00;
  • da euro 1.100,00 a euro 5.200,00: euro 196,00;
  • da euro 5.200,00 a euro 26.000,00: euro 474,00;
  • da euro 26.000,00 a euro 52.000,00: euro 1.036,00;
  • da euro 52.000,00 a euro 260.000,00: euro 1.518,00;
  • da euro 260.000,00 a euro 520.000,00: euro 2.428,00;
  • Valore superiore a 520.000,00: euro 3.372,00.

Ricorsi Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali:

  • Controversie di valore fino a euro 2.583,28: euro 30,00;
  • Controversie di valore superiore a euro 2.582,28 e fino a euro 5.000: euro 60,00;
  • Controversie di valore superiore a 5.000 e fino a euro 25.000 e per le controversie tributarie di valore indeterminabile: euro 120,00;
  • Controversie di valore superiore a euro 25.000 e fino a euro 75.000: euro 250,00;
  • Controversie di valore superiore a 75.000 e fino a euro 200.000: euro 500,00;
  • Controversie di valore superiore a euro 200.000: euro 1.500,00.

Indeterminabilità della lite: importo forfettario

Nel caso in cui non ci sia la possibilità di determinare l’effettivo valore della lite, lo Stato applica un importo forfettario del Contributo Unificato che prevede di prendere in considerazione, caso per caso, i seguenti scaglioni:

  • fra 26.000,00 e 52.000,00 euro per i processi civili di valore indeterminabile;
  • primo grado 518,00 euro;
  • impugnazione 777,00 euro;
  • Cassazione 1.036,00 euro;
  • per i processi di valore indeterminabile di competenza esclusiva del Giudice di Pace: 237,00; 355,50 e 474,00 euro;
  • per i processi di valore indeterminabile davanti alle Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali: 120,00 euro.

Tutti i contenuti scritti a più mani vengono firmati direttamente dalla redazione di iJobs, portale dedicato al mondo del lavoro ma con un occhio ai fatti di attualità nel panorama nazionale e mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contenuti interessanti

Controllo a distanza dei dipendenti: quali strumenti si possono utilizzare in base alla legge?

Statuto dei lavoratori e controllo dei dipendenti È lo Statuto dei Lavoratori…

Prostata: è un organo femminile, così rispondono gli uomini

Prostata, questa sconosciuta! Circa la metà degli uomini europei è convinta che…

Reddito di cittadinanza, un sussidio mensile per abbattere la povertà in Italia

Dopo le ultime elezioni è salito al potere il “Governo del Cambiamento”,…

Bollo auto prescrizione e rischi nel non pagarlo

Il bollo auto, o tassa di possesso, tecnicamente ha un periodo di…