Turismo record in Sicilia per il 2018
Turismo record in Sicilia per il 2018

Turismo record in Sicilia per il 2018. Un anno davvero proficuo per la bella Trinacria presa letteralmente d’assalto dai turisti.

In fondo lo sapevamo che la Sicilia è una delle più belle terre d’Italia e forse del mondo. E’ talmente ricca di storia, di cultura, di bellezze naturali e paesaggistiche, che ci potremmo perdere in quest’angolo di sogno.

Di là di ogni stereotipo, positivo o negativo che sia, su questa Regione, è necessario visitare la Trinacria per capire bene ciò di cui stiamo parlando. Un mondo fatto di realtà e finzione al contempo, fatto di cose concrete e miti millenari. Bisogna scendere da quelle parti non solo per ammirare, ma per capire quel mondo, per scomporlo nelle mille realtà di cui è fatto.

Un’unitarietà apparente che si sfalda alla prima analisi, al primo approfondimento. Qui c’è una mescolanza tale di culture, di storie, di lingue, di provenienze, una tale quantità di arte un po’ in ogni dove, che davvero è difficile raccapezzarsi. Siamo nel mare, siamo in mezzo al mare, ma in fondo vediamo l’Africa; e la Sicilia è un pezzo d’Africa; se non lo è fisicamente, lo è mentalmente, perché è il ponte per l’Africa, quindi per una dimensione diversa.

Il continente africano, che i geologi dicono veleggi in maniera relativamente veloce verso l’Europa, ha mandato in avanscoperta questa grossa fetta triangolare fatta di montagne, di vulcani, di isole di bellezza sconcertante, di aridi frammenti di deserto, di vestigia di antiche e antichissime civiltà, di porti, di pescherecci, di grida, di silenzi impressionanti, di mare profondo e inquieto, nelle sue turbolente ebollizioni di lava.

Perciò è bene saltare in auto e andare a visitare la Sicilia, passando per lo Stretto di Messina. O anche col treno, anche se il viaggio può essere più lungo. O ancora partendo da uno dei tanti porti italiani, sbarcando ad esempio a Palermo, da dove partire per un tour della Trinacria. O ancora andando in aereo, a Catania o a Palermo stessa.

Insomma, è difficile che questa terra dai mille contrasti possa deludere; ed essa è visitabile e apprezzabile non solo d’estate o con la bella stagione; è da ammirare anche nelle altre stagioni. Le possibilità ricettive sono innumerevoli, e i prezzi mediamente sono più che abbordabili. L’anno che ci sta lasciando è un anno record per il turismo nell’isola.

Se in altre parti d’Italia, soprattutto a causa della crisi, ormai infinita, si sono registrate condizioni di sofferenza, in Sicilia è andata bene. Al momento i croceristi sbarcati al Palermo sono quasi quattrocentomila. E nel medesimo periodo nell’aeroporto Falcone e Borsellino sono transitati più di 5 milioni di passeggeri, una buona quota dei quali sono turisti. L’incremento rispetto all’anno scorso è stato del 16,7%.

Mario Attinasi, presidente provinciale per Palermo di Confesercenti, spiega tuttavia in un’intervista a Live Sicilia: “Se la città non soddisfa alcuni requisiti, rimane una destinazione di medio livello ma non diventa una destinazione di successo dove il turismo è un elemento strutturato dell’economia locale. L’aumento dei flussi è senza dubbio causato dalla situazione geopolitica internazionale. Molto hanno influito gli eventi culturali di respiro internazionale come Manifesta12 che è stata pagata con la tassa di soggiorno. Ha aiutato l’avere realizzato una pedonalizzazione che consente al turista di passeggiare, di rilassarsi, di godere dei monumenti senza essere disturbato dalle auto: è importante avere un salotto cittadino. Per ultimo bisogna dare atto alla Gesap del grande lavoro fatto per la conclusione di accordi commerciali con nuove compagnie aeree che hanno realizzato dei voli low cost capaci di portare molta gente in città.

Per consentire che l’aumento di flussi possa diventare un’occasione di sviluppo economico strutturato occorre adempiere quelle che sono alcune attività di base per una Regione e per una provincia che vuole diventare una destinazione turistica di successo. È necessario soprattutto garantire il decoro e la pulizia delle città.

Tutti i contenuti scritti a più mani vengono firmati direttamente dalla redazione di iJobs, portale dedicato al mondo del lavoro ma con un occhio ai fatti di attualità nel panorama nazionale e mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contenuti interessanti

Arrivano le nuove banconote da 100 e 200 euro

Dovrebbero essere messe in circolazione dal prossimo 28 maggio, stiamo parlando delle…

Contributi per associazioni sportive, come ottenerli

Contributi per associazioni sportive, come si possono ottenere? Meno male che c’è…

Che succede in Cina? Economia ferma e Pil al palo

Che succede in Cina? L’economia non tira, il Pil non cresce più…

Certificato medico per lavoro, quando serve?

Certificato medico per lavoro, quando serve e quali sono le modalità di…