Gran Bretagna potrebbe ancora evitare la Brexit
Gran Bretagna potrebbe ancora evitare la Brexit

Sono stati i cittadini a decretare la Brexit con un referendum popolare, e l’Europa ha accettato il verdetto, predisponendo tutti i documenti e gli accordi necessari affinché la Gran Bretagna, entro il prossimo anno, lasci l’Unione, ma a quanto pare il divorzio non sarebbe ancora irrimediabile.

Liam Fox, ministro del Commercio e soprattutto brexiter della prima ora, ha infatti avvertito che se il piano May verrà bocciato dal Parlamento di Westminster, a gennaio, c’è un buon 50% di possibilità che il 29 marzo non ci sia nessuna uscita dall’Unione.
Ricordiamo infatti che il voto di ratifica alla Camera dei Comuni, previsto inizialmente l’11 dicembre, è stato rinviato dalla May che aveva fiutato odore di sconfitta.

Se il testo fosse respinto, secondo il membro dell’esecutivo, la cosa «manderebbe in frantumi il legame di fiducia tra l’elettorato e il Parlamento». Il ministro ha quindi aggiunto che sarebbe «sicuro al 100%» della Brexit solo se i parlamentari appoggiassero il deal.

Una situazione di incertezza politica, quella in Gran Bretagna, che ha indispettito i vertici europei, tanto che il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha tuonato:

«Mettetevi d’accordo e diteci cosa volete, le nostre soluzioni sono sul tavolo da mesi», ha spiegato in un’intervista, giudicando «del tutto irragionevole che parte dei britannici pensi che spetterebbe all’Ue proporre una soluzione a tutti i loro futuri problemi», in particolare a quelli legati al confine tra Dublino e Belfast.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contenuti interessanti

Prostata: è un organo femminile, così rispondono gli uomini

Prostata, questa sconosciuta! Circa la metà degli uomini europei è convinta che…

Bonifici istantanei, le banche si aggiornano

Si aggiornano le banche in particolar modo la Banca Sella, Unicredit e…

Referendum protezionista in Svizzera chiudono i casino online sicuri stranieri

Il giugno 2018 sarà ricordato in Svizzera come un momento in cui…

Petrolio, si pensa di tagliare la produzione mentre il prezzo sprofonda

Al momento il cambiamento, ai distributori sparsi lungo la penisola, si è…