Reddito di cittadinanza, ancora problemi e ritardi
Reddito di cittadinanza ancora problemi e ritardi

A quanto pare il ministero si aspettava numeri ben maggiori, ma comunque sono state migliaia le domande già inviate per poter accedere al reddito di cittadinanza: nessuna ressa o calca davanti a Caf e Poste per presentare la domanda, ma migliaia di famiglie che ordinatamente hanno però richiesto l’accesso al contributo.

A creare problemi, al contrario, è stato però lo stesso Ministero, con un errore addirittura sulla Gazzetta Ufficiale.

Il misfatto è stato scoperto dal quotidiano Repubblica, che ha spiegato come il provvedimento originario conteneva questa frase: “Il parametro della scala di equivalenza è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di anni 18 e 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1“.

Frase che è comparsa in modo diverso con la pubblicazione in Gazzetta: “Il parametro della scala di equivalenza è pari a 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente di minore età, fino ad un massimo di 2,1, ovvero fino a un massimo di 2,2“.

Una svista, direte voi, un errore materiale ma con conseguenze non da poco: secondo il testo a tutti gli effetti ufficiale a beneficiare del reddito di cittadinanza sarebbero i figli minori a carico, ma non gli altri componenti maggiorenni dei nuclei familiari.
Che conseguenze ci saranno concretamente?

Presto per dirlo. Di certo, per ora, c’è solo che l’Inps trasmetterà a Poste Italiane il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle carte elettroniche dedicate al sussidio pentastellato tra meno di dieci giorni, ovvero lunedì 15 aprile.

Basterà così poco tempo o la data di inizio del sussidio subirà uno slittamento a maggio, come stanno insinuando diverse voci fuori dal coro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contenuti interessanti

Sigarette elettroniche raddoppiano il rischio di infarto?

Se è universalmente risaputo che il fumo fa male, negli ultimi anni…

Roma, mamma aggredita: la sua colpa essere nera

Che nel nostro paese serpeggi un certo clima di intolleranza non è…

LEGO assume in Danimarca

Se vi piace l’idea di lavorare nel meraviglioso mondo dei mattoncini, e…

Compravendite online, continuano le truffe anche per chi vende

Non accennano a diminuire le percentuali dei clienti truffati per le compravendite…