Superbonus 110%: l’isolamento del lastrico solare è trainante

279
Superbonus 110%

Diverse sono le discussioni che riguardano il Superbonus 110%, la misura che è stata messa a disposizione per agevolare tutti quei lavori che intervengono sulle case per migliorarne l’efficienza energetica. Non si tratta soltanto di intervenire per dare più valore alle unità immobiliari, ma si tratta anche di pensare alla sostenibilità ambientale attraverso la riduzione degli sprechi di energia. La tematica del rispetto dell’ambiente è infatti oggi particolarmente sentita.

La distinzione tra lavori trainanti e lavori trainati

Il Superbonus 110%, secondo il decreto legislativo 34 del 2020, è una detrazione dall’Irpef o dall’Iref che spetta a tutti coloro che effettuano lavori su immobili residenziali volti al risparmio energetico o alla riduzione del rischio sismico.

Si fa una perfetta distinzione tra lavori trainanti e lavori trainati. Sono considerati infatti lavori trainanti alcune opere che danno la possibilità di accedere al bonus fiscale. Rientrano fra questi interventi l’isolamento termico sugli involucri, la sostituzione degli impianti di climatizzazione sulle parti comuni o su edifici unifamiliari e gli interventi antisismici.

Il valore dei lavori sul lastrico solare

Alcuni contribuenti si sono chiesti che valore possa avere il lavoro sull’isolamento termico del lastrico solare. A questo proposito è stato fatto anche un interpello all’Agenzia delle Entrare, che ha risposto in maniera molto precisa.

L’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che l’intervento di isolamento termico del lastrico solare di proprietà esclusiva è agevolabile con il bonus, perché rientra fra i lavori trainanti. Il contribuente quindi che opera in questo senso può scegliere fra la cessione del credito e lo sconto in fattura.