Ecobonus risparmio energetico 2020 doppio per l’emergenza coronavirus?

243
eocobonus risparmio energetico 2020

Il tema dell’ecobonus per il risparmio energetico è sempre molto sentito. Quali misure sono previste per l’ecobonus 2020? Di solito questo provvedimento, che si concretizza con delle agevolazioni di carattere fiscale, è oggetto di revisioni anche in corso d’opera. Anche quest’anno si pensa che ci possano essere delle misure specifiche per fronteggiare l’emergenza coronavirus, con il Decreto Rilancio.

Che cos’è l’ecobonus

L’ecobonus consiste in un’agevolazione fiscale che dà la possibilità di detrarre l’Irpef o l’Ires. È concessa a tutti coloro che decidono di effettuare dei lavori di ristrutturazione, che hanno come obiettivo l’aumento del livello di efficienza energetica degli edifici.

Quindi per esempio rientrano fra gli interventi ammessi per il beneficio vari tipi di lavori, come la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, i rifacimenti dei pavimenti, le coibentazioni, la sostituzione delle finestre o degli infissi oppure per esempio l’installazione di pannelli solari.

È ammesso un doppio beneficio per le imprese?

Per quanto riguarda l’ecobonus, solitamente coloro che sono titolari di un reddito d’impresa possono usufruire di questa agevolazione soltanto in riferimento ai fabbricati utilizzati per l’esercizio delle loro attività.

Molte aziende si sono poste il problema se è possibile usufruire di una doppia detrazione, quella del 65% come ecobonus e quella del reddito d’impresa, come onere che è inerente alla sua attività.

Sulla questione è intervenuta tempo fa anche l’Agenzia delle Entrate, che ha chiarito come il beneficio in certi casi potrebbe essere anche doppio. Si aspettano però delle misure specifiche che possono essere dettate dal Decreto Rilancio, per chiarire in maniera dettagliata il da farsi.