Lavorare a Parigi: documenti necessari e cosa fare

154
lavorare a Parigi

Lavorare a Parigi può essere davvero un’ottima opportunità per chi decide di lasciare l’Italia e di andare a vivere in un altro Stato dell’Unione Europea. Sono molti infatti gli italiani che, specialmente negli ultimi anni, hanno deciso di trasferirsi nella capitale della Francia.

Un cambiamento di vita in certe fasi della propria esistenza può essere davvero importante, magari per tentare di fare fortuna altrove. Da questo punto di vista Parigi è una delle destinazioni più ambite anche dai nostri connazionali.

Infatti da un lato offre un’atmosfera piuttosto affascinante e, dal punto di vista culturale, la capitale francese ha sempre molto da mettere a disposizione.

I documenti necessari per trasferirsi e lavorare a Parigi

La Francia fa parte dell’Unione Europea, per questo per andare a vivere a Parigi e per poter lavorare anche in questa città non occorre essere provvisti di visti particolari o di permessi di soggiorno. Questo sicuramente è anche uno dei fatti che spinge molti a trasferirsi nella capitale francese, perché, dall’Italia, non si perde molto tempo nell’effettuare molte pratiche burocratiche.

Per andare a vivere e lavorare a Parigi basta avere un documento di identità in corso di validità oppure il passaporto. È importante però, per riuscire ad inserirsi bene all’interno del contesto sociale ed economico della capitale francese, avere a disposizione qualche strategia.

Innanzitutto bisogna che tu apra un conto corrente, se vuoi lavorare a Parigi. L’intestazione di un conto corrente è indispensabile per il lavoro, ma anche per cercare casa e per l’intestazione delle utenze domestiche. Inoltre occorre iscriversi all’Aire, che è il registro degli italiani residenti all’estero.

Come cercare casa a Parigi

Per cercare casa a Parigi, ti consigliamo di fare riferimento ai siti specifici che mettono annunci sulla casa, sia che provengono da privati che dalle agenzie immobiliari.

Per esempio puoi consultare, fra i siti più famosi, Paru Vendu, PAP e Se Loger. Ti consigliamo anche di iscriverti a gruppi Facebook o forum di italiani a Parigi, per confrontarti e avere anche dei consigli utili di chi ha fatto già la tua stessa esperienza di affittare un appartamento nella capitale francese.

Come trovare lavoro in Francia

Molto interessante è il fatto che il Governo francese ha fissato per i lavoratori uno stipendio minimo di 1.500 euro, in modo che chiunque può permettersi la spesa dell’affitto e il pagamento delle bollette.

In generale però devi sapere che uno stipendio minimo a Parigi può arrivare a circa 2.000 euro al mese. La cifra può oscillare in base al lavoro che si ricopre e alle ore di lavoro settimanali.

I settori più richiesti a Parigi per quanto riguarda le offerte di lavoro sono molti. Si ricercano impiegati nel settore finanziario e assicurativo, nella ristorazione e nel turismo, nel commercio, nella moda (tante sono infatti le possibilità di lavorare a Parigi nella moda) e in tutto ciò che riguarda la tecnologia e l’elettronica.

Inoltre per esempio molti tentano di fare la fortuna sfruttando un’opportunità che negli anni è diventata sempre più importante. Ricordati infatti che vicino a Parigi è situato il parco di divertimenti Disneyland, che spesso è alla ricerca di nuovo personale.

Cosa fare per lavorare a Parigi

Come lavorare a Parigi? È molto importante per prima cosa, per lavorare a Parigi, avere un curriculum redatto in lingua francese, in modo che tu lo possa inviare anche rispondendo a degli annunci specifici che puoi trovare per esempio sui siti internet dedicati proprio alla ricerca di lavoro.

Ti consigliamo un po’ di siti in rete dedicati a questa tematica. Per esempio puoi consultare Euspert, Monster, L’Italie a Paris e Indeed. Ci sono anche siti validi la cui lingua comunque è l’inglese. Quindi se hai conoscenza anche della lingua inglese, puoi orientarti facilmente anche fra gli annunci che sono pubblicati per esempio su Xpat jobs e Glassdoor.

Inoltre ricordati della possibilità, se sai che in un’azienda ci sono delle posizioni aperte per la richiesta dei lavoratori, di stampare direttamente il tuo curriculum e consegnarlo a mano.

La possibilità di studiare a Parigi

Vuoi studiare e lavorare a Parigi? Se sei uno studente, ci sono anche delle ottime opportunità per andare a fare un periodo di studio all’estero, in particolare a Parigi. La capitale francese infatti è molto gettonata nei programmi Erasmus o nei master all’università.

Parigi accoglie ogni anno circa 300.000 studenti provenienti da ogni parte del mondo. Vivere a Parigi potrebbe essere anche un’esperienza molto interessante.

Se vuoi andare a Parigi per studiare, è fondamentale conoscere la lingua francese. Sarebbe importante in questo senso che le tue competenze fossero certificate da un apposito certificato che dimostri la conoscenza del livello B2 o C1 del francese.

Comunque anche se non hai la certificazione puoi sostenere un esame apposito che attesti la tua capacità di comprensione e di parlare il francese. Le opportunità sono davvero molte, anche per iscriversi alle università di Parigi. In questo caso ti servono il curriculum, una lettera motivazionale, l’attestazione della conoscenza del francese e la traduzione giurata di un diploma conseguito in Italia.