Lavorare come pizzaiolo: la formazione e lo stipendio

178
lavorare come pizzaiolo

Lavorare come pizzaiolo rappresenta sicuramente un’ottima opportunità da considerare. Oggi la figura del pizzaiolo è molto richiesta, soprattutto in quelle pizzerie e in quei ristoranti che tendono a rinnovare di frequente i loro menu, per andare incontro alle esigenze dei clienti.

Questo succede non soltanto in Italia, infatti, se vuoi lavorare come pizzaiolo all’estero, anche qui trovi molte opportunità in diversi Paesi. Spesso si tende ad innovare e a mettere a disposizione non soltanto le pizze di tipo tradizionale, ma anche quelle caratterizzate da nuovi gusti, che possono presentarsi come dei piatti ricercati.

Per fare il pizzaiolo devi sicuramente essere molto flessibile, perché niente come la pizza è un cibo che si adatta alle abitudini culinarie locali.

Quali competenze sono richieste per un pizzaiolo

Le competenze che deve possedere un bravo pizzaiolo sono davvero tante. Infatti non si tratta soltanto di essere bravi per quanto riguarda il lavoro manuale di impastare e infornare.

Un pizzaiolo, anche se vuoi lavorare all’estero come pizzaiolo, deve essere in grado di scegliere le materie prime con cui realizzare le pizze.

Quindi deve avere delle buone conoscenze anche per poter scegliere le materie prime di buona qualità. Inoltre deve occuparsi di tutto il processo della lievitazione. Anche questo è molto importante per ottenere una pizza perfetta.

Specialmente nei locali che vanno più di moda, il pizzaiolo deve avere una certa dose di pazienza, perché ci potrebbero essere molte ordinazioni, che devono essere gestite con un buon senso dell’organizzazione.

Se vuoi lavorare come pizzaiolo in proprio, ricordati che il tuo compito è anche quello di creare e curare il menu.

La formazione del pizzaiolo

Lavorare come pizzaiolo, da tutto quello che ti abbiamo detto anche riguardo alle competenze che una figura professionale di questo genere deve possedere, richiede una giusta formazione.

Mentre in passato si puntava più sulla pratica, adesso vengono valorizzati quei generi di formazione che si possono acquisire anche tramite un corso specifico.

È importante seguire un corso per pizzaioli, per acquisire anche quelle conoscenze delle varie tecniche innovative che riguardano in generale la cucina.

Ci sono vari corsi di formazione professionale che si possono seguire per diventare pizzaioli e per lavorare come pizzaiolo. I corsi professionali mirano a dare più delle conoscenze teoriche, che poi devono essere applicate sul campo.

Quindi è necessario anche acquisire tanta esperienza, che, specialmente all’inizio, può essere fatta in cucina nelle pizzerie e nei ristoranti, aiutando i più esperti.

Dove può lavorare un pizzaiolo

Lavorare come pizzaiolo offre molte opportunità sia in Italia che all’estero. Infatti, quando pensiamo a lavorare come pizzaiolo, non dobbiamo pensare soltanto alle classiche pizzerie o ai ristoranti.

Le possibilità di impiego sono davvero molto vaste, perché un pizzaiolo può lavorare negli alberghi, nei villaggi turistici e sulle navi da crociera. D’altronde non dobbiamo dimenticare che questo mestiere offre tante opportunità soprattutto nei mesi estivi e nel periodo delle vacanze.

Ecco perché molti locali scelgono di specializzarsi proprio nel settore della pizza. A volte proprio i titolari di alcune pizzerie, per poter contare su delle figure professionali competenti, si occupano anche della stessa formazione dei giovani.

Quanto guadagna un pizzaiolo

Passiamo adesso a vedere quanto lavorare come pizzaiolo può far guadagnare. È un aspetto comunque importante, se pensiamo a tutte le competenze che sono richieste a questa figura professionale.

Chi vuole diventare pizzaiolo deve anche tenere conto di questo importante elemento e dei guadagni effettivi che può ricavare. In realtà bisogna dire che, parlando dello stipendio di un pizzaiolo, questo può variare a seconda di tanti elementi.

Per esempio soprattutto ad influire è il ruolo ricoperto dal lavoratore. Bisogna vedere se è un dipendente oppure se è il titolare stesso della pizzeria.

Inoltre bisogna considerare se lavora a tempo pieno o part time e se il suo tipo di contratto è a tempo determinato o indeterminato.

Spesso molto dipende dall’esperienza che può determinare anche aumenti di stipendio. Un altro fattore da considerare è il prestigio del locale in cui ti trovi a lavorare come pizzaiolo. In generale, per avere un’idea, bisogna sapere che all’inizio del mestiere lavorare come pizzaiolo implica uno stipendio di circa 700-800 euro al mese.

Per i pizzaioli più qualificati, specialmente quelli che lavorano in pizzerie particolarmente famose, i guadagni possono crescere molto, arrivando anche a superare i 3.000 euro.