Bonus centri estivi 2020: come funziona e come fare domanda

889
bonus centri estivi 2020

Il bonus centri estivi 2020 è una misura prevista dal Decreto Rilancio, che viene indicata come una vera e propria estensione del bonus baby sitter inizialmente stabilito dal Decreto Cura Italia. In pratica viene esteso il precedente bonus anche per usufruire dei centri estivi, in modo che si possano sostenere altre spese, oltre a quelle previste per il servizio di baby sitter.

Come funziona il bonus centri estivi 2020

Nello specifico il nuovo bonus che estende il precedente consente il pagamento di centri estivi, di servizi educativi per l’infanzia e di attività che abbiano una funzione ricreativa. Le spese del bonus in questione dovranno essere sostenute dalle famiglie che hanno figli con un’età che non superi i 12 anni.

Si tratta di un bonus che corrisponde a 1.200 euro e che aumenta fino a 2.000 euro per il personale che lavora nel settore della sanità. Il bonus centri estivi dovrà essere richiesto entro la data del 31 luglio 2020, tramite il sito dell’INPS, esclusivamente con una procedura telematica.

Il limite dei 12 anni di età non è previsto per le famiglie con figli disabili. Possono richiedere il bonus lavoratori dipendenti privati, autonomi con iscrizione all’INPS, lavoratori iscritti alla gestione separata, ma anche autonomi non iscritti all’INPS.

Come fare domanda

La domanda per il bonus centri estivi 2020 può essere effettuata direttamente attraverso il sito dell’INPS, effettuando l’accesso tramite le credenziali consuete, come il PIN o lo SPID.

In ogni caso è possibile chiedere un aiuto anche da parte dei patronati. Per l’uso del bonus è fondamentale avere a disposizione il libretto di famiglia.