Ritornano gli incentivi per la rottamazione delle auto

139
incentivi rottamazione

Ritornano gli incentivi rottamazione per le auto. Il tutto è stato messo a punto per cercare di risolvere i problemi di crisi economica che il mercato delle auto sta attraversando specialmente in seguito alle difficoltà determinate dal periodo dell’epidemia di coronavirus.

Depositato un emendamento che prevede dei bonus per le auto nuove

Le fonti parlano della deposizione di un emendamento che darebbe la possibilità di usufruire, nel periodo che va dall’1 luglio al 31 dicembre di quest’anno, di 4.000 euro di bonus che verrebbero concessi in seguito alla rottamazione di auto che abbiano almeno 10 anni.

Nella pratica tutti coloro che acquisteranno auto Euro 6 con emissioni di anidride carbonica superiori a 61 g/km potrebbero ricevere un contributo statale al massimo di 2.000 euro.

La condizione necessaria è che la concessionaria faccia uno sconto almeno pari alla cifra messa a disposizione con il contributo statale. Quindi in totale si usufruirebbe di una riduzione sul prezzo dell’auto nuova di 4.000 euro.

Che cosa è previsto per le auto usate

Ci sono anche delle agevolazioni per coloro che decidono di acquistare delle auto usate che appartengono almeno alla categoria Euro 5. Per usufruire di questi benefici è d’obbligo rottamare un veicolo più vecchio, quindi appartenenti alle classi Euro 0, 1, 2 e 3.

Le agevolazioni possono consistere nel non pagare gli oneri fiscali per il trasferimento di proprietà. Inoltre per il 2021 c’è un’altra novità molto interessante da tenere in considerazione in tema di incentivi per le auto: è previsto l’aumento della disponibilità del fondo per acquistare auto a basse emissioni. Saranno resi disponibili 200 milioni di euro per il 2020 e 50 milioni di euro per il 2021.