Bonus elettrodomestici 2020: con quali apparecchi si ha diritto

370
bonus elettrodomestici 2020

Oggi c’è sempre più attenzione nei confronti della sostenibilità ambientale per quanto riguarda la possibilità di evitare sprechi limitando i consumi energetici. Ecco perché è stato introdotto il bonus elettrodomestici 2020, una misura che prevede un’agevolazione economica per chi decide di rinnovare casa, inserendo anche degli elettrodomestici di nuova generazione.

Chi ha diritto al bonus 2020

Per ottenere il bonus 2020 si devono acquistare degli elettrodomestici che servono ad arredare una nuova abitazione oppure in seguito ad una ristrutturazione di carattere edilizio che può riguardare anche singole unità immobiliari.

I titolari che hanno diritto a questa agevolazione prevista del bonus sono i proprietari dell’immobile, gli affittuari, i comodatari e i soci di cooperativa. Anche gli imprenditori e le società semplici possono usufruire del bonus elettrodomestici 2020, a patto però che la ristrutturazione non interessi gli immobili ad uso strumentale.

Lo sconto fiscale Irpef è del 50% ed è ammesso entro la soglia massima di 10.000 euro. Lo sconto fiscale viene recuperato in 10 rate ciascuna di pari importo.

Per quali elettrodomestici si può ottenere il bonus 2020

Questa agevolazione economica che è possibile ottenere con il bonus elettrodomestici 2020 è prevista per coloro che decidono di acquistare degli apparecchi non inferiori alla classe A+. Fanno eccezione da questo punto di vista i forni che danno diritto al bonus a partire dalla classe A.

Rientrano nell’agevolazione le lavatrici, le lavastoviglie e tutti gli apparecchi che servono per la cottura dei cibi. Quindi l’agevolazione riguarda anche i forni a microonde. Inoltre rientrano nel bonus anche gli apparecchi elettrici utilizzati per il riscaldamento, i radiatori, i ventilatori e gli elettrodomestici che vengono utilizzati per il trattamento dell’aria.