Aprire un vivaio: cosa serve e quanto costa

107
aprire un vivaio

Aprire un vivaio è il tuo sogno? Sicuramente, se ti sei chiesto almeno una volta come fare per aprire un’attività di questo tipo, vorrai saperne di più su questa professione. È un’attività lavorativa molto interessante, che ti permetterà di stare a contatto con la natura.

Per questo, se vuoi sapere come aprire un vivaio, sicuramente ti starai chiedendo quali sono tutte le procedure che dovresti mettere in atto e se servono delle particolari competenze per iniziare. Innanzitutto ti diciamo subito che dovresti avere dalla tua parte una specifica conoscenza del mondo delle piante.

È un punto importante che può giocare a tuo favore in un’attività di questo tipo, che richiede delle conoscenze specifiche in questo settore. Quindi, come in tutti i settori lavorativi, dovresti avere una specializzazione per iniziare questa avventura lavorativa. Ad esempio è un’ottima attività se hai un diploma conseguito in un istituto agrario.

Come aprire un vivaio di piante e fiori

La prima cosa che devi conoscere quando ti appresti ad avviare una nuova attività, anche se vuoi aprire un vivaio o un centro dedicato alla cura e alla vendita delle piante, è quella che riguarda il target di pubblico a cui ti rivolgi.

Devi conoscere tutti i dettagli del pubblico al quale vuoi rivolgerti con la tua attività lavorativa. Anche se decidi di aprire un piccolo vivaio, dovresti sempre conoscere nel dettaglio le esigenze della clientela a cui ti rivolgi in un determinato luogo.

D’altronde non possiamo non ricordare il fatto che l’hobby del giardinaggio sta sempre più coinvolgendo un numero molto alto di appassionati, che spesso sentono l’esigenza di ricorrere ad un vivaio per avere a disposizione piante e fiori di vario tipo.

È poi un’attività molto interessante se apprezzi tutte le peculiarità di questo settore, infatti con un centro di questo tipo potrai anche tu avere a disposizione degli ottimi modi per dedicarti alla cura delle piante.

La struttura del vivaio e l’aiuto di un consulente

Ricordati comunque che, per quanto riguarda l’aspetto burocratico, non ci sono particolari condizioni da rispettare, a parte quelle che riguardano l’apertura di una qualsiasi attività commerciale.

È importante studiare molto l’argomento, concentrandoti nello specifico su come strutturare il vivaio. Chiediti quindi cosa sarebbe più opportuno fare per disporre ad esempio le piante all’interno della struttura che abbiamo a disposizione. È un elemento davvero essenziale per poter strutturare un’attività che abbia il giusto successo.

Infatti nella scelta del posizionamento delle piante e dei fiori nell’ambiente in cui operi devi sempre considerare di lasciare un certo spazio per le persone, avendo sempre a disposizione un ambiente ben organizzato con tutti gli elementi a portata di mano.

Considera come sistemare tutti gli elementi, sia negli spazi interni che in quelli esterni, tenendo conto anche delle condizioni del clima e delle varie caratteristiche delle piante.

Ricordati quindi di predisporre tutto affinché la tua attività possa andare a gonfie vele nel corso del tempo. A questo proposito considera anche l’importanza di avere un consulente esperto che ti possa guidare in questa attività.

Esistono dei veri e propri esperti di questa attività che mettono a disposizione le proprie conoscenze per coloro che vorrebbero aprire un vivaio e non possiedono delle conoscenze molto ampie in tema. Affidarsi all’aiuto di persone esperte del settore, assunte nella tua attività, può essere un ottimo modo per non sbagliare nessuna mossa.

Quanto costa aprire un vivaio

Quanto costa aprire un vivaio? Naturalmente la situazione può essere diversa in base al tipo di attività che scegli di avviare. Se decidi di aprire un’attività in proprio, infatti, dovrai sostenere costi che possono essere differenti rispetto a quelli che dovrai sostenere se decidi di aprire un vivaio in franchising.

Per aprire un vivaio i costi sono molto diversi sulla base della formula che scegli e sulla base della dimensione dell’attività che vuoi aprire.

L’apertura di un’attività in franchising ad esempio richiede un investimento che può andare da 15.000 a 50.000 euro. Naturalmente si tratta comunque di cifre molto indicative, che devono necessariamente tenere conto del brand a cui ti affidi per aprire la tua attività commerciale e anche dei servizi che ti vengono forniti dal marchio di riferimento.

Quanto si guadagna

Se ti stai chiedendo quanto si può guadagnare con un vivaio, considera che anche questa è una cifra molto variabile. Chiaramente, più è grande il vivaio e maggiori sono le dimensioni dell’attività che vuoi avviare, più alto sarà il guadagno nel corso del tempo.

Tutto però non dipende esclusivamente dalle dimensioni dell’attività e del vivaio. Infatti devi considerare un periodo iniziale in cui devi prevedere l’assestamento e anche i costi relativi alle opere di manutenzione, che saranno più elevati se il vivaio è molto grande.

Infine come ultima indicazione tieni in considerazione che se decidi di aprire un vivaio dovrai essere sempre disponibile, in qualsiasi giorno della settimana, anche nei festivi. La cura delle piante infatti richiede una grande attenzione e non potrai sottrarti a questo lavoro nemmeno in determinati periodi dell’anno.