Lavorare in Svezia: permessi e lavori più ricercati

191
lavorare in Svezia

Se ti interesserebbe lavorare in Svezia considera una serie di possibili vantaggi che lavorare e vivere in un Paese come questo potrebbe comportare. La Svezia ha un Pil pro capite che supera i 51.000 dollari. Il sistema sanitario è basato su principi molto solidi e funziona in maniera efficace. Lo stesso si può dire del sistema scolastico, che funziona molto bene e tende ad agevolare i meritevoli.

La Svezia inoltre può contare su una differenza tra le classi sociali che è tra le più basse in Europa. Inoltre in questo Stato esiste una cultura molto radicata, che si basa sul rispetto dei diritti dei lavoratori. È vero anche che le tasse sono piuttosto alte, ma viene comunque proposta una qualità dei servizi eccezionale.

Infatti la Svezia è molto conosciuta per la sua qualità della vita, che è tra le più alte del mondo. Anche se il costo della vita potrebbe sembrare molto più alto rispetto all’Italia, è da dire che è proporzionale a quanto si guadagna.

Se vuoi lavorare in Svezia, quindi, tieni in considerazione tutte queste caratteristiche. Noi ti forniamo alcune informazioni che ti potrebbero essere utili.

I permessi da avere

Per lavorare in Svezia per italiani, se sei italiano e quindi appartiene ai cittadini dell’Unione Europea, puoi liberamente soggiornare. Puoi anche lavorare senza avere uno specifico permesso di soggiorno.

È importante sapere però che lo Stato si vuole sempre assicurare del fatto che tutti i cittadini, anche europei, che soggiornino in Svezia abbiano i mezzi adatti per il loro sostentamento.

Se la tua intenzione è quella di rimanere in Svezia per un anno o anche per più tempo, devi prendere residenza regolare, registrandoti all’ufficio anagrafe. Questa operazione deve essere compiuta entro tre mesi dall’arrivo in Svezia.

All’ufficio anagrafe svedese ti assegnano un codice anagrafico che corrisponde al nostro codice fiscale. Se vuoi rimanere a vivere e lavorare in Svezia meno di un anno comunque questa registrazione non è obbligatoria.

Se provieni da un Paese che non appartiene all’Unione Europea e quindi sei in cittadino extracomunitario, per lavorare in Svezia devi avere un permesso di soggiorno e devi basarti su un’offerta di lavoro concreta.

Ci potrebbe essere anche la possibilità di avere un contratto di lavoro inferiore a tre mesi. In questo caso potrebbe essere necessario il visto d’ingresso. La regola da rispettare è quella di informarsi sempre presso il consolato o l’ambasciata, per essere sicuri sui documenti che occorre possedere.

Quali sono i lavori più ricercati in Svezia

In Svezia sono molto cercate figure professionali che rappresentano dei ruoli altamente specializzati, per i quali spesso occorre essere in possesso di un titolo di laurea. Anche gli operai specializzati hanno comunque opportunità di lavoro ottime.

Vediamo quali sono adesso le professioni più richieste. Per lavorare in Svezia quanto si guadagna? Per esempio in Svezia si cercano spesso sviluppatori web, ingegneri civili, medici e infermieri. Un medico può arrivare a guadagnare da uno stipendio medio da un minimo di 3.500 euro ad un massimo di 7.000 euro.

Un ingegnere può guadagnare da uno stipendio minimo di 3.000 euro ad uno stipendio massimo di 5.000 euro. Si cercano poi insegnanti, con fasce stipendiali da 2.400 a 3.500 euro, addetti alle vendite, cuochi, psicologi e operai specializzati, con fasce stipendiali anch’esse molto alte, che vanno da un minimo di 2.300 euro ad un massimo di 3.100 euro.

Se vuoi andare a lavorare in Svezia, devi sapere che ad ogni professione corrisponde una determinata fascia di stipendio, che può essere più o meno alta a seconda del tuo livello di esperienza.

I datori di lavoro svedesi infatti sono molto attenti a questi dettagli. Spesso durante il colloquio ti viene chiesto quanto desideri di stipendio. In genere lo stipendio non deve essere inferiore a 1.900 euro al mese.

Per trovare più facilmente lavoro ti basta rivolgerti all’ufficio di collocamento, che funziona in maniera molto efficiente. Dopo la tua iscrizione i funzionari consultano le offerte di lavoro a disposizione e ti contattano per un colloquio.

Puoi lavorare in Svezia anche come libero professionista o come imprenditore. In questo caso devi mettere a punto un business plan e consegnarlo all’ufficio immigrazione.

Quali lingue si parlano in Svezia

La lingua ufficiale in Svezia è lo svedese. Tuttavia anche saper parlare altre lingue straniere, come per esempio in particolare l’inglese, potrebbe ampliare le tue possibilità di trovare un lavoro.

Considera che lo svedese somiglia molto al norvegese, perché entrambe sono lingue germaniche che hanno subito influenze inglese e francesi.

In alcune zone rurali si parlano anche i dialetti, che però sono molto diversi dalla lingua ufficiale. In ogni caso questo lingue dialettali non sono molto diffuse.

La seconda lingua in Svezia è il finlandese e poi un’altra lingua particolarmente parlata è l’arabo, per il grande numero di migranti che sono arrivati in Svezia dal Medio Oriente.

Il sistema dell’istruzione svedese è concentrato molto sull’insegnamento dell’inglese. Anche per questo motivo circa il 70% della popolazione svedese parla un inglese di livello avanzato.